Torna indietro

INTERVENTO PRESIDENTE CONSIGLIO DIRETTIVO
LODOVICO DANIELE POGGI
12 OTTOBRE 2013
ALBANESE ORNELLA
"L'OSCURO MOSAICO"

Logo Accademia Res Aulica
"Perché alcuni romanzi resistono
al tempo più di altri
e più di altri danno un'impressione di durata?"



Ornella Albanese alla sua seconda fatica letteraria, trova con questo romanzo sorprendente la sua piena maturità. Un racconto di Italica visione letteraria ambientato tra Otranto, Castro, Gallipoli, Lecce e Palermo.

Luoghi molto cari all'autrice, che ne confeziona un ritratto dell'epoca, dove dalle pagine del libro emergono palpabili immagini, colori, odori.

Una vicenda storica dagli elementi classici. Che l'autrice sappia scrivere lo si intuisce fin dalle prime righe, che sia in grado di conquistare il lettore tanto da tenerlo incollato fino all'ultima delle 442 pagine, sembra più difficile, eppure Ornella Albanese riesce nell'impresa.

Un libro diverso per gli amanti del genere, pur rispettando i canoni classici, l'autrice ben presto ne prende le distanze, con la sua scrittura fa giri ampi e a volte lenti, in altri capitoli il ritmo è più veloce ed uniforme, come uno splendido viaggio nel tempo.

La trama si snoda lungo un paesaggio ricco di storia, i ricordi e i pensieri si affollano in un tumultuoso addivenire di spazio temporale, mentre prende corpo e si ridisegna nel libro uno spazio interiore, i cui tasselli compongono un grande cupo MISTERIOSO MOSAICO.

Un romanzo creativo, eccezionalmente lirico nella sua drammaticità, che la scrittrice fa rivivere nella fantasia di quell'epoca, che lascia contemporaneamente posteri sprazzi di dati realistici.

Entrare nella scrittura dell'autrice vuol dire scontrarsi con un "LIBRO ALTO", non ci sono indulgenze verso il lettore, che in questi tempi, dove tutti cercano la via più rapida per conquistare consensi, è un grande pregio, e il suo coraggio la ripaga degli sforzi. Però appena il meccanismo narrativo entra in funzione, questo giallo storico, studiato meticolosamente dall'autrice, scorre nitido mettendo in risalto nobiltà, amicizia, amore.

Un viaggio epico di notti illuminate dal fuoco sotto il crepitio delle armi, nella straziante rassegna della guerra, dove i cavalieri non si risparmiano in sangue e fango.

In soccorso a queste vicende, vi sono pagine di momenti d'abbandono alla dolcezza del vivere, al richiamo religioso nel silenzio di un'abbazia, uno scenario stupefacente tra magnifici paesaggi e città di mare.

In quelle zone dell'Italia di allora, dove il lato oscuro del potere sanguinario e quello scintillante del consumo e del piacere, convivono e si fondono in un'aberrante normalità quotidiana.

E' la tragedia della contemporaneità consumata in secolari sanguinosi conflitti, tra lo splendore di quelle bellezze naturali descritte dall'autrice.

Di quei luoghi si nutre la storia del Romanzo, dove per vittime e carnefici, il male non ha riscatto.

Uno straordinario Romanzo, imperniato di monologhi interiori e di un costante flusso di azione, romanticismo e mistero. Dove l'intrigo e l'ambiguità di certi personaggi e l'attesa dell'approdo finale, fa da sfondo a uno


OSCURO MOSAICO

Le foto dell'evento